Progetto 16 ottobre: a scuola con Lazio e Roma contro l’antisemitismo

Mercoledì 9 novembre, presso l’Istituto Artemisia Gentileschi di Roma, davanti a 55 studenti delle terze medie,  si è svolta la prima giornata nelle scuole del “Progetto 16 Ottobre”, realizzato da  Comunità Ebraica di Roma, A.S. Roma e Società Sportiva Lazio con il patrocinio della Regione Lazio.

Il giorno prima gli studenti della Gentileschi hanno potuto ascoltare i racconti di alcuni alunni della scuola media ebraica Angelo Sacerdoti che hanno illustrato le storie dei loro nonni, dal rastrellamento del 16 Ottobre 1943 fino alla deportazione nei campi di sterminio nazisti.

Mercoledì, grazie agli storici Lorenzo Stillitano di Lazio Wiki e Massimo Izzo sono state raccontate ai ragazzi grazie a un fumetto le storie di atleti e personaggi dello sport laziali e romanisti, ebrei e non che ebbero un ruolo impattante nella storia di Roma: c’è chi subì le deportazioni, chi si salvò da esse e chi aiutò ebrei in difficoltà.

Nell’80 anniversario di questa immane tragedia, il progetto 16 ottobre vuole infatti aggiungere un punto di vista finora non esplorato, e porre attenzione sui riflessi che quel periodo ebbe sul mondo sportivo cittadino.

Numerosi sportivi della Roma e della Lazio, infatti, divisi dai colori ma legati dall’amore unificante per lo sport furono vittime della barbarie nazista.

Questo fumetto, con la forza dirompente e diretta delle immagini, si rivolge alle generazioni più recenti col fine di perpetuare la memoria dei tragici avvenimenti che, pur lontani nel tempo, sembrano potersi replicare in determinate circostanze in cui civiltà e razionalità vengano meno.

Una testimonianza, quindi, di ciò che fu e un monito affinché nulla di nefasto possa ripetersi.

 

Dai il tuo contributo
allo sviluppo dei progetti