Ledesma nuovo giocatore della Lazio Calcio a 8, il saluto della Presidente Bascelli

Cristian Daniel Ledesma è un nuovo giocatore della Lazio Calcio a 8. Un ritorno a casa per l’ex capitano della Lazio calcio, da sempre vicino a tutta la famiglia biancoceleste. Ad accoglierlo oggi al Circolo Canottieri Lazio – dove si è tenuta una conferenza stampa di bentornato – il presidente della Lazio Calcio a 8 Andrea Liguori, il presidente della Polisportiva Antonio Buccioni e la presidente della Fondazione S.S. Lazio 1900 Gabriella Bascelli.

Di seguito l’intervento della Presidente Bascelli:

In primis rivolgo un grande in becco all’aquila per la nuova avventura a Cristian Ledesma, uno straordinario sportivo che rimane nella famiglia biancoceleste grazie alla Lazio calcio a 8, ma anche un uomo sensibile e attento al sociale con il quale abbiamo già collaborato per il progetto denominato “European Day Of Care – EDOC”, promosso dal Ferencvaros di Budapest e da numerose polisportive europee fra cui la Lazio. Ti ringrazio, Christian e spero continueremo a collaborare sul delicato tema delle doppie carriere e su tanti altri ambiti di “sport al servizio della comunità”.

Voglio ringraziare poi il presidente Andrea Liguori, cui mi lega una sincera stima e con il quale stiamo portando avanti il progetto europeo Faith, che favorisce l’inclusione sociale e la promozione dell’attività fisica delle persone più anziane attraverso il walking football. Proprio l’attenzione alle persone più anziane, per promuovere un healthy ageing, deve guidarci in questo periodo di – speriamo – uscita dalla pandemia.

Per me è un onore parlare della Fondazione S.S. Lazio 1900, nata in un anno simbolico per il sodalizio biancoceleste: tra un mese celebreremo infatti il centenario della costituzione in Ente Morale della Società Sportiva Lazio, avvenuta grazie al Regio decreto del 2 giugno 1921 che le riconobbe esplicitamente un “fine di pubblica utilità”.

Per tramandare e attualizzare questo “fine di pubblica utilità”, e per tradurre in azioni concrete i principi e valori dei padri fondatori, abbiamo deciso di far nascere, con una delibera specifica del Consiglio Generale della S.S.Lazio, la Fondazione che promuove l’inclusione sociale attraverso lo sport.

Abbiamo deciso di strutturare un’esperienza nata ormai 7 anni fa. Allora la Lazio si aggiudicò il primo progetto Erasmus plus della storia dell’Unione Europea. La Fondazione S.S. Lazio valorizza questa esperienza di progetti nazionali ed europei – tramite le sezioni della Polisportiva – e in partnership con le Polisportive europee riunite nell’EMCA e le più alte istituzioni dell’UE.


Parliamo di 21 progetti europei svolti in questi anni, di cui 9 in corso, con 19 paesi e 27 polisportive europee coinvolte, che hanno mobilitato in questi anni 4 mln di euro per i destinatari e per l’intervento sociale.

Numeri importanti che devono esserci da stimolo per continuare a cambiare la vita e regalare speranza a tantissime persone. Perché questa è la missione della Fondazione S.S. Lazio 1900: aiutare le persone che vivono nel disagio. E farlo a partire dallo sport. Che come diceva Nelson Mandela “ha il potere di cambiare il mondo, ha il potere di creare speranza ed unire le persone”.

E allora seguendo questo insegnamento e con questa motivazione, intendiamo sensibilizzare le persone, a partire dai nostri figli, a praticare stili di vita salutari centrati sull’attività fisica, sulla sostenibilità dell’ambiente, sulla sana alimentazione; vogliamo promuovere l’inclusione e integrazione sociale contro ogni forma di discriminazione ed emarginazione; vogliamo che nessuno si senta escluso e abbandonato alla propria fragilità.

Per portare avanti questa missione, sono fondamentali la vicinanza, l’impegno e la passione di tutta la famiglia biancoceleste, in primis la splendida famiglia delle sezioni della Società Sportiva Lazio. Per questo abbiamo istituito l’Albo d’oro di Piazza della Libertà, l’albo di chi aderisce alla Fondazione entro il 2021, anno del centenario di quel Regio Decreto che ci riconobbe come ente morale. Albo che sarà custodito a perenne ricordo e gratitudine, come una pietra miliare nella storia della S.S. Lazio.

Sono sicura che assieme a Christian, Andrea e tantissimi altri appassionati dell’ideale biancoceleste, riusciremo a realizzare questi propositi. Tutti insieme ce la faremo. E utilizzando il motto dei nostri fondatori: concordia parvae res crescunt.

Dai il tuo contributo
allo sviluppo dei progetti