28 ottobre, inaugurato il murale dedicato a Vincenzo Paparelli, Antonio De Falchi e Gabriele Sandri.

Nel quarantaduesimo anniversario della morte di Vincenzo Paparelli Fondazione S.S. Lazio 1900 e Roma Cares unite nel ricordo dei sostenitori vittime della violenza nel giardino a lui intitolato.

I fiori sbocciano dove c’è passione e non violenza”. Queste le parole impresse affianco al murale – realizzato dall’artista Lucamaleonte – di Vincenzo Paparelli, Antonio De Falchi e Gabriele Sandri. Insieme. Perché loro sono i fiori di tutta Roma, senza distinzioni di colori.

E dove c’è passione e non c’è violenza, lì ci sono assieme Fondazione S.S. Lazio 1900 e Roma Cares. Ciascuno custode delle proprie identità, avversari in campo ma alleati, fieri alleati nel promuovere una visione sana ed inclusiva dello sport e nel combattere – fianco a fianco – contro il disagio nella città e per aiutare i più bisognosi.

L’evento, alla presenza di Gabriele Paparelli e delle rappresentanze delle due Fondazioni, chiude il cerchio del percorso iniziato con l’evento UEFA 2020, con una partitella contro la violenza nello sport a piazza del Popolo, e proseguito con la giornata “Sport: capitale di tutti” lo scorso 25 settembre, alla vigilia del derby Lazio – Roma e in occasione della Settimana Europea dello Sport.

In quella splendida giornata, i bambini e i ragazzi della S.S. Lazio Basket in carrozzina giocarono con quelli del calcio integrato giallorossi, quelli della Lazio Hockey su prato ed Atletica colorarono assieme ai coetanei romanisti uno striscione a ricordo del pomeriggio, posizionato dove oggi c’è il murale, come a proteggere il suo arrivo.

A pensarci bene il murale dedicato al ricordo dei tre fiori di Roma, alle loro famiglie e a tutti noi che oggi ci siamo emozionati incrociando gli sguardi dei parenti di Vincenzo e di Giorgio, non è un cerchio che si chiude, ma è un universo che si apre.

Sono emozionata e orgogliosa di essere qui – le parole della presidente della Fondazione S.S. Lazio 1900  Gabriella Bascelli – insieme ai famigliari di Vincenzo, Antonio e Gabriele e agli amici di Roma Cares, con cui abbiamo creduto fortemente in questo percorso. Specialmente in questa giornata di doloroso ricordo, ci conforta il fatto che insieme e uniti possiamo rendere omaggio ai fiori di Roma, lanciando con forza il messaggio che una partita non vale una vita”.

Per essere all’altezza del blasone di Roma nel mondo – continua Bascelli – una città inclusiva come da tradizione millenaria e con grande voglia di crescere, stiamo creando una nuova narrazione finalmente matura della rivalità sportiva nella Capitale”.

 

Ecco il video omaggio realizzato e dedicato alla memoria dei tre sostenitori:

Contribute to the development
of our projects