Al via il progetto Crossport, Fondazione S.S. Lazio 1900 impegnata nell’ integrazione dei rifugiati attraverso lo sport

I numeri incredibili sui flussi migratori di donne e uomini rifugiati che cercano protezione da guerre e persecuzioni, indicano più che mai necessità da parte di istituzioni e società civile di adottare misure innovative per la loro integrazione nelle nostre comunità.

Persone, esseri umani che fuggono da guerre, da sofferenze indicibili e che spesso si trovano disorientate e si sentono abbandonate alla solitudine, possono trovare nello sport un incredibile alleato utile a creare relazioni.

Cofinanziato dalla Commissione Europea, il progetto Crossport (Crossing the Boundaries through Sport) vede impegnate in prima linea Fondazione S.S. Lazio 1900, ICCS Europe(Centro internazionale per la sicurezza dello Sport), IOTC (International Olympic Truce Committe) e Fundacion Sevilla – rappresentative di quattro paesi che toccano con mano quotidianamente la portata di questi flussi  (Italia, Portogallo, Grecia e Spagna) – nel favorire attraverso la pratica degli sport l’integrazione sociale e l’accoglienza dell’altro.

Inoltre, attraverso una reale collaborazione tra le istituzioni, le organizzazioni sportive, le Fondazioni e le realtà associative di questi quattro paesi, si creeranno le condizioni per rendere i rifugiati non degli esseri umani da compatire, ma veri protagonisti del nuovo percorso di vita davanti a loro. Il progetto durerà 18 mesi e ci sarà un proficuo interscambio di esperienze tra le quattro realtà coinvolte.

Questo è il vero ruolo dello sportle parole della Presidente della Fondazione S.S. Lazio 1900 Gabriella Bascelli – che sa creare veri legami sociali. Come Lazio, movimento polisportivo a capo dell’Emca – European Multisport club Association – possiamo garantire attraverso le nostre oltre 80 discipline sportive la massima realizzazione dei talenti specifici, peculiari e irreplicabili di ogni rifugiato, che potrà scegliere lo sport che più lo fa sentire a proprio agio ed esprimere”.

Sarà per noi l’occasione giustacontinua Gabriella Bascelliper metterci in una umile posizione di reale ascolto e capire i bisogni di queste ragazze e ragazzi, far decidere loro il proprio destino,  per poi aiutarli tramite lo sport a sentirsi parte integrante della nostra Italia e della nostra Europa.”.

Per la Fondazione S.S. Lazio 1900, anche l’attrice Anna Foglietta, concretamente impegnata con una sua onlus sul tema – ha deciso di essere testimonial del progetto:” Crossport merita attenzione e rispetto perché ascolta il punto di vista di questi ragazzi e parla di integrazione tramite lo sport, che è l’unico grande veicolo che si può utilizzare per dare opportunità.”

Di seguito il video di Anna Foglietta: https://www.youtube.com/shorts/OvoQZtXF7_o

Dai il tuo contributo
allo sviluppo dei progetti